S T A T U T O

ARTICOLO I° - COSTITUZIONE E DENOMINAZIONE

È costituita l'"ASSOCIAZIONE AMICI VERBITI", dedicata a San Giuseppe Freinademetz SVD (aggiunto con assemblea del 3.6.2007), con sede in Varone di Riva (TN) con lo scopo di favorire la crescita umana e spirituale e l'impegno missionario degli associati, nonché la comunione e la collaborazione fra i membri dell'associazione.


ARTICOLO II° - ASSOCIATI

Possono essere associati:

  1. i membri della Società del Verbo Divino residenti in Italia e gli italiani in missione;
  2. gli ex allievi;
  3. le loro famiglie;
  4. i parenti dei missionari italiani;
  5. i collaboratori.

ARTICOLO III° - COMPITI E FINALITA'

L'associazione, per raggiungere gli scopi statutari, si propone i seguenti compiti e finalità:

  1. informazione: l'associazione intende attraverso l'informazione mantenere viva la corrispondenza tra i diversi associati.
    Strumenti dell'informazione sono:
    1. un segretariato che organizzi l'informazione e che mantenga la corrispondenza tra i membri associati;
    2. il giornalino "Missionari Verbiti" che deve avere uno spazio adeguato destinato all'associazione;
    3. incontri secondo programmi pluriennali stabiliti dagli organi collegiali;
    4. l'organizzazione di viaggi culturali;
  2. formazione: si intende come formazione una azione programmata che favorisca gli scopi dell'associazione. Si prevedono:
    1. incontri a carattere spirituale per gli associati e le loro famiglie;
    2. corsi di formazione e di educazione missionaria;
    3. distribuzione di stampe e periodici a carattere missionario;
  3. solidarietà: l'associazione intende stabilire una rete di solidarietà che promuova l'azione missionaria, favorisca un sostegno agli associati in caso di necessità; a tale scopo viene istituito un fondo denominato "FONDO DI SOLIDARIETA'" formato dalle quote associative annuali, da offerte e contributi.

Secondo programmi pluriennali stabiliti dagli organi collegiali si potranno chiedere interventi speciali per particolari obiettivi; i criteri e le misure di ripartizione del fondo saranno stabiliti dal Consiglio di Amministrazione secondo i programmi approvati.


ARTICOLO IV° - ORGANI COLLEGIALI

Sono organi collegiali dell'associazione:

  1. l'assemblea degli associati;
  2. il Consiglio di Amministrazione;
  3. le Assemblee di Zona.

ARTICOLO V° - ASSEMBLEA DEGLI ASSOCIATI

L'assemblea è formata da tutti gli associati e viene convocata in forma ordinaria una volta all'anno entro il mese di giugno. L'anno sociale decorre dal 1° gennaio al 31 dicembre dell'anno.
Il primo anno sociale si chiude al 31 dicembre 1993.

I poteri dell'assemblea sono:

  1. approvazione dei programmi proposti dal Consiglio di Amministrazione;
  2. approvazione del bilancio preventivo e consuntivo;
  3. vigilanza su tutte le attività dell'associazione;
  4. elezione dei componenti del Consiglio di Amministrazione.

In caso di necessità o di richiesta motivata da parte di nr.4 membri del Consiglio di Amministrazione deve essere convocata una assemblea straordinaria.
Le delibere vengono prese a scrutinio palese salva la elezione dei componenti del Consiglio di Amministrazione.


ARTICOLO VI° - CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

Il Consiglio di Amministrazione esercita i poteri di gestione ordinaria e straordinaria dell'associazione e dura in carica cinque anni (mod. assemblea del 6.6.2004).
Il Consiglio è composto da sette membri:

  • uno proposto dalla S.V.D.;
  • uno dai familiari dei missionari verbiti italiani;
  • due eletti dall'assemblea tra gli associati ex allievi;
  • tre eletti dalle assemblee di zona.

Il Consiglio di Amministrazione elegge il Presidente il quale rappresenta legalmente l'associazione.
Il Consiglio di Amministrazione è convocato dal Presidente ogni qualvolta lo ritenga necessario o su richiesta di quattro consiglieri, con esplicito ordine del giorno.


ARTICOLO VII° - ORGANIZZAZIONE

L'associazione si organizza sul territorio italiano in numero di tre zone:

  1. Trentino Alto Adige;
  2. Veneto - Friuli Venezia Giulia;
  3. Lombardia.

Gli associati residenti in altre regioni sono liberi di aderire ad una delle tre zone.
Organo della zona è l'assemblea degli associati residenti nel territorio. Essa si convoca una volta all'anno. Nell'assemblea di inizio del triennio si elegge il proprio rappresentante che assume la qualifica di "Delegato di Zona" e che diventa membro di diritto del Consiglio di Amministrazione.
Il delegato di zona ha il compito di coordinare ed attuare i programmi stabiliti dal Consiglio di Amministrazione e di fungere da tramite tra la zona e gli organi centrali dell'associazione.


ARTICOLO VIII° - PROGRAMMI

Il Consiglio di Amministrazione eletto elabora un programma triennale soggetto a verifiche annuali da parte dell'assemblea ordinaria.
Su apposita relazione del Consiglio di Amministrazione i programmi possono essere attuati sia a livello nazionale che zonale.


ARTICOLO IX° - QUOTA SOCIALE

L'adesione all'associazione avviene con il versamento annuale della quota ordinaria di Euro 12,00 (mod. assemblea del 2.6.2002). Tale quota potrà essere integrata in base ai programmi approvati dall'assemblea.


ARTICOLO X° - DURATA E SCIOGLIMENTO

La durata dell'associazione è prevista fino all'anno 2030 (mod. assemblea del 6.6.1999) compreso, con possibilità di proroga.
In caso di scioglimento dell'associazione, il patrimonio della medesima sarà devoluto integralmente alla Società del Verbo Divino.

Varone, lì 11 ottobre 1992.